Milano (TMNews) - Gioielli e preziosi per circa 500mila euro, cinque chili d'oro, 40mila euro in contanti, 8.500 sterline e centinaia di dollari, 57 orologi dei più celebri marchi, diverse penne preziose e accendini in oro, e persino 1.700 paia di occhiali Safilo, borse e scarpe griffate. E' il "tesoro" recuperato dagli investigatori del commissariato Centro di Milano nelle abitazioni di quattro ricettatori dove era stipato anche parte del bottino razziato l'estate scorsa in ben 21 appartamenti del cuore del capoluogo lombardo. Lo spiega il vicedirigente del commissariato Carmine Mele: "E' stata un'indagine vecchio stampo, siampo partiti da un'impronta lasciata su una porta d'ingresso e da una serie di controlli siamo riusciti a recuperare gli indirizzi utili dei ricettatori e da lì abbiamo chiesto alla Procura di Milano degli ordini di perquisizione"."Sono delle bande sia di bosniaci e sia di cileni - ha continuato Mele - tutti comunque collegati con i ricettatori che abbiamo indagato".Le indagini sono scattate dopo la denuncia sporta da diversi milanesi che abitano nelle zone più eleganti della città: da Brera al Quadrilatero della moda."Abbiamo preferito, anche per i cittadini, recuperare innanzitutto la refurtiva - ha concluso il vicedirigente del Commissariato Centro di Milano - e quindi abbiamo indagto quattro persone per ricettazione, successivamente troveremo e indagheremo gli autori materiali responsabili dei furti".