Trento (TMNews) - Sembrano innocui e adatti anche ai più piccoli, ma i centoquarantamila pastelli sequestrati dalla Guardia di finanza di Trento nell'ambito dell'operazione "Scuola sicura", sono tossici e potenzialmente molto pericolosi per la salute dei bambini. I sequestri hanno coinvolto ottocento negozi di tutta Italia.Il titolare della società che ha importato il prodotto tossico privo del marchio CE di sicurezza dalla Cina è stato denunciato.Dalle analisi chimiche eseguite sui pastelli fluorescenti è emersa la tossicità della quasi totalità dei pezzi a causa della presenza, sulla superficie esterna, di una sostanza per un valore anche tre volte superiore al consentito che in grado di causare deficit mentali e fisici nel bambino, provocare danni agli organi interni ed ha effetti cancerogeni.