Torino (askanews) - Oltre mille tassisti provenienti da tutta Italia sono scesi in piazza a Torino per protestare contro l'azienda privata di trasporto Uber.I manifestanti hanno attraversato il centro del capoluogo piemontese innalzando striscioni e urlando slogan contro l'azienda e la sua manager, Benedetta Lucini.Il corteo poi è giunto alla sede dell'Authority dei Trasporti dove i rappresentanti sindacali hanno incontrato il presidente, Andrea Camanzi."Non siamo contrari alla concorrenza purché rispetti le regole - hanno detto i tassisti - noi non siamo una casta, ma da anni chiediamo di fermare l'abusivismo. Ora Uber è la goccia che ha fatto traboccare il vaso".(Immagini Afp)