Trapani (askanews) - I carabinieri di Trapani, diretti dal maggiore Andrea Castaldi, hanno arrestato un 24enne già noto alle forze dell'ordine con l'accusa di essere l'autore di diversi atti incendiari avvenuti negli ultimi due mesi in città.

Il giovane piromane è stato inchiodato dalle immagini di videosorveglianza che hanno ripreso ben cinque episodi avvenuti tra Pasqua e il 14 maggio 2018 a danno di privati cittadini, che avevano lasciato le loro auto in sosta.

Il 24enne appiccava gli incendi alle autovetture in maniera casuale e senza alcun motivo, solo per il piacere di vederle bruciare e mettere in allarme forze dell'ordine e Vigili del Fuoco. Nessuna minaccia, nessuna estorsione, solo il gusto di appiccare le fiamme.

Gli incendi delle auto in diverse circostanze, data la notevole propagazione delle fiamme, lambivano altre autovetture, abitazioni civili ed esercizi commerciali, con il rischio di propagarsi anche a questi edifici mettendo a repentaglio l'incolumità degli ignari residenti durante le loro ore di sonno. Il

tempestivo intervento degli uomini delle gazzelle dell'Arma e dei Vigili del Fuoco di Trapani ha scongiurato, in tutti i casi, il peggio. In alcuni casi si è finanche reso necessario lo sgombero di alcune persone dalle loro case minacciate da fiamme e fumo.