Brindisi (askanews) - Il ponte annerito dal fumo, le lamiere danneggiate dal fuoco, si presenta così la Norman Atlantic che è approdata finalmente a Brindisi, dopo il devastante incendio in mare.La scatola nera è stata recuperata dai Pm che indagano sul caso. Secondo gli investigatori tra i rottami accartocciati delle auto potrebbero esserci altri cadaveri. Forse una quindicina i dispersi. Si procede con grande cautela come ha spiegato il sostituto procuratore Ettore Cardinali subito dopo il primo sopralluogo"Purtroppo al momento la parte interna non è ancora accessibile per motivi di sicurezza"."Dobbiamo agire con calma e cautela altrimenti rischiamo di mandare all'aria il lavoro fatto fino a ora, ha proseguito Cardinali. I tecnici inizieranno a lavorare sulla scatola nera non appena saranno concluse tutte le attività propedeutiche previste dal codice". La procura di Bari ha formalmente iscritto nel registro degli indagati sei persone. I morti accertati per il Tribunale barese restano 11, di cui solo 4 identificati, lunedì dovrebbero iniziare le autopsie sui corpi delle vittime.