Mumbai (askanews) - Tragedia sull'aeroporto di Mumbai; un tecnico dell'Air India, identificato come Ravi Subramanium, è morto dopo essere stato letteralmente risucchiato dal motore di un aereo in fase di avviamento. La notizia ha fatto immediatamente il giro del mondo anche grazie alle immagini trasmesse dalle Tv indiane, come Tv9, che hanno seguito la vicenda.Secondo la ricostruzione della stessa compagnia l'incidente è avvenuto mentre il volo AI 619 da Mumbai a Hyderabad veniva spinto all'indietro dal trattorino per essere portato sulla via di rullaggio, fase in cui, generalmente, vengono avviati i motori degli aerei.Il presidente di Air India Ashwani Lohani ha definito "una sventura" l'incidente, sul quale è stata aperta un'inchiesta, tuttavia non è ancora del tutto chiaro cosa sia esattamente accaduto e come mai il tecnico si trovasse davanti alla ventola del reattore.La compagnia di bandiera indiana, alle prese con un colossaledebito, in perdita dal 2007, è spesso vittima di problemi tecnici e ritardi. Ad aprile 2015 ha licenziato due piloti che si sono picchiati più volte in cabina di pilotaggio prima del decollo da New Delhi. Nel 2009 scoppiò una rissa tra il personale di un aereo in volo dagli Emirati a Delhi, con 106 passeggeri a bordo.