Genova (TMNews) - Nel giorno del lutto cittadino per l'incidente al porto a Genova scoppia la rabbia dei lavoratori che interrompono con contestazioni e fischi i discorsi delle autorità riunite in piazza Matteotti per commemorare le vittime del crollo della torre piloti, abbattuta da una nave portacontainer.I portuali hanno parlato del "solito teatrino di sindacati e istituzioni" in cui "gli interessi vengono prima dei lavoratori". Il presidente dell'autorità portuale di Genova, Luigi Merlo ha invitato all'unità. "Oggi e il momento del dolore e del cordoglio, ci può essere anche la rabbia ma oggi non è il momento delle polemichema dell'unità. Soprattutto per il rispetto delle persone che non ci sono più e dei loro familiari".Prima delle contestazioni aveva preso la parola il sindaco di Genova, Marco Doria. "La città è stata colpita in una sua porzione di territorio limitata dal punto di vista della superficie ma di altissimo valore simbolico".