Genova (askanews) - Francesca Bonello era una ragazza solare, generosa e impegnata. Così amici e conoscenti descrivono la studentessa genovese di 23 anni morta nel terribile schianto del bus in Catalogna. In sua memoria a Genova nella chiesa del Gesù è stata celebrata una messa a cui hanno partecipato centinaia di amici e compagni di studi ancora scossi ed increduli per la notizia. La ragazza, appena arrivata a Barcellona nell'ambito del progetto Erasmus, era iscritta al quarto anno della facoltà di medicina. Cordoglio per la morte di Francesca è stato espresso anche dal rettore dell'Università di Genova, Paolo Comanducci."Sono tredici giovani vite stroncate per un incidente stupido, probabilmente dovuto a un colpo di sonno, qualcosa di imponderabile che ha interrotto una serata di festa perché l'erasmus è anche questo, non è solo formazione ma anche apertura mentale, un'occasione per i ragazzi di conoscere altre realtà universitarie e non. Erano di ritorno da una grande festa, che tutto ciò sia finito in tragedia ci lascia assolutamente frastornati e tutta la comunità è vicina alle famiglie dei ragazzi coinvolti e cercheremo di farlo anche in modo concreto se possibile".