Milano, 25 lug. (TMNews) - La tragedia aerea evitata per un soffio nei giorni scorsi a New York ha aperto una serie di drammatici interrogativi dopo che un Boeing 737 della Southwest Airlines diretto all'aeroporto La Guardia ha avuto un cedimento al carrello anteriore in fase di atterraggio. Dieci passeggeri dei 150 a bordo sono rimasti feriti, ma per fortuna nessuno in modo grave.In queste drammatiche immagini si vede la telecamera di un passeggero seduto di fianco al finestrino durante l'atterraggio sfuggire dalle mani al momento dell'impatto ma proseguendo subito dopo a documentare la terrificante derapata dell'aereo. Una scena ripresa anche dall'esterno mentre il velivolo prende fuoco prima di arrestarsi bruscamente sulla pista.In cabina di pilotaggio niente aveva segnalato i problemi al carrello come spiega un reportage della Cnn che si avvale dell'esperienza di Kevin Hiatt, ex pilota di 737 oggi membro di un'organizzazione per la sicurezza aerea. Kevin mostra i pannelli indicatori di riferimento che non hanno segnalato guasti prima dell'impatto. Non si tratta di un problema molto comune. Ma le conseguenze avrebbero potuto essere di gran lunga peggiori"In questi casi, lo scenario peggiore si verifica quando cede un'ala o il gruppo principale dei carrelli di atterraggio causando una rotazione senza controllo se non addirittura un cappottamento del velivolo in grado di innescare un incendio di ben più vaste proporzioni".La flotta della Southwest Airlines è composta solo da 737 e un aereo della compagnia nel giugno 2007 ebbe un altro guasto al carrello anteriore ma il pilota, questa volta allertato in tempo, riuscì a fare un atterraggio d'emergenza.