Roma, (askanews) - All'alba di mercoledì si è svolta "Enigma", un'operazione tesa a disarticolare un'organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti attiva tra l'Albania e l'Italia.Nell'operazione, che ha impegnato oltre cento finanzieri di Venezia e personale della polizia albanese, 21 arresti sono stati eseguiti tra Italia ed Albania e centinaia di chili di droga - tra cui 206 di eroina e 325 di marijuana - nonché beni all'estero per 10 milioni di euro sono stati sequestrati.Perquisizioni sono state effettuate inoltre in Albania, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna e Umbria.La droga, a bordo di autovetture e camion, giungeva in Veneto e Trentino Alto Adige, dove l'organizzazione disponeva di basi logistiche per la lavorazione ed il confezionamento.Successivamente, le partite di stupefacente venivano distribuite in Veneto, Trentino Alto Adige, Lombardia e Toscana.Il gruppo criminale faceva uso, per comunicare a distanza, di un codice alfanumerico periodicamente rinnovato. Da qui il nome "Enigma", che richiama i codici utilizzati dalle Forze Armate tedesche durante la seconda Guerra Mondiale.