Genova, (askanews) - "Se i partiti alternativi crescono è sempre colpa di chi governa". Lo ha affermato il governatore della Liguria e consigliere politico di Forza Italia, Giovanni Toti, commentando l'affermazione dell'ultradestra alle elezioni locali in Germania.

"Fino a quando i partiti tradizionali non impareranno a dare delle risposte che i cittadini di questo continente stanno chiedendo ormai da troppo tempo - ha sottolineato Toti - è chiaro che continuerà questa voglia di cambiamento anche aggressiva e talvolta dai toni preoccupanti. Credo però - ha detto il governatore ligure - che urlare al populismo non porti da nessuna parte".

Secondo Toti, "serve una rifondazione importante di questo continente, servono regole nuove per stare insieme, occorre sentire anche coloro che gridano che le cose non vanno bene perché effettivamente le cose non vanno bene. Dopodiché - ha concluso - bisogna trovare anche delle soluzioni perché individuare egregiamente i problemi come fanno alcuni movimenti populisti in Europa non è la fine dei problemi ma solo l'inizio, scoperta la malattia occorre curarne i sintomi e trovare delle cure più efficaci per il lungo periodo: ma se i partiti alternativi crescono è sempre colpa di chi governa".