Oklahoma City, (TMNews) - Ecco cosa resta della casa di Jenny e Nick Wolfes, due dei tanti sfollati a Moore, in Oklahoma, dove un tornado ha portato morte e devastazione. Le autorità hanno riaperto l'area colpita dalla tromba d'aria e la giovane coppia è tornata dove si trovava la loro abitazione per recuperare qualche effetto personale. Per rendere l'atmosfera meno triste qualcuno alza la musica dell'autoradio. Tutti si danno da fare tra le macerie. Si cercano oggetti, ricordi personali o documenti. "Questo era l'ingresso di casa nostra o almeno credo - dice Jenny - Lì c'era una camera da letto e poco oltre la cucina". "Stiamo scavando tra i detriti, cerchiamo di capire cosa è ancora utilizzabile", dice una giovane madre. Una anziana signora di 83 anni ha appena ritrovato ricordi dell'infanzia. Ma accanto agli sfollati che non hanno più un tetto sul posto sono al lavoro gli assicuratori. Prendono le misure, esaminamo i materiali, studiano quel che resta delle abitazioni. "Cerco di individuare le lastre di cemento per risalire al perimetro della casa", dice un agente assicurativo. Secondo le prime stime i danni ammontano ad oltre tre miliardidi dollari.(immagini Afp)