Giro: celebrazione senza dimenticare genocidi culturali in Medio Oriente