Roma, (askanews) - Torna "Il jazz italiano per l'Aquila", la grande mobilitazione con protagonista il mondo del jazz italiano, unito nell'opera di sensibilizzazione per la ricostruzione della città. Dopo la prima edizione del 2015, il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, ne ha voluta fortemente un'altra:

"L'anno scorso è stata una giornata talmente straordinaria per l'Aquila, straordinaria per il jazz italiano che mi è venuto spontaneo ripeterla. Devo dire c'è stata ancora una volta una collaborazione incredibile del mondo del jazz italiano. Ci saranno quest'anno 600 musicisti diversi da quelli dell'anno scorso". L'edizione 2016 prevede 100 concerti, con un cambio pressoché totale degli artisti rispetto alla scorsa edizione, formula che verrà ripetuta nel 2017, terza e ultima edizione, come annunciato dal coordinatore Paolo Fresu: "Non vogliamo che l'Aquila diventi un festival di jazz come tanti ne esistono, non vogliamo che l'Aquila diventi una rassegna - ha spiegato il trombettista sardo - Credo che in tre anni riusciremo a portare più di 1.800 musicisti. Tre anni sono un tempo sufficiente per dare il nostro contributo per raccontare anche il jazz italiano e perché no... Poi lasciare l'opportunità di creare un festival ad altre persone che potranno poi prendere questo testimone e portarlo ancora più in là".

Evento clou della rassegna che avrà inizio il 2 di settembre sarà quello di domenica 4 settembre in piazza del Duomo dove confluiranno artisti e band. La presidente del Midj (Associazione italiana musicisti di jazz), che collabora all'evento, Ada Montellanico: "L'anno scorso è stato qualcosa fatto molto velocemente però ha dato dei risultati incredibili che sono stati di aver fatto confluire più di 600 musicisti a suonare, ma soprattutto 60.000 persone. E' stato un evento che ha avuto veramente una grande risposta da parte del pubblico: questo per far capire che non c'era nessuna star del rock, ma c'era il jazz italiano senza nomi e cognomi. Il Jazz italiano è una forza importante", ha confermato la cantante.