Milano (TMNews) - Il futuro politico per Silvio Berlusconi prevede uno sguardo al passato: come annunciato da lui stesso, dopo il Pdl si tornerà a Forza Italia e a Milano sono comparsi i primi cartelloni che riportano il vecchio logo del movimento berlusconiano. Un messaggio che ribadisce, anche a livello di percezione diffusa, la volontà di Berlusconi di non mollare, nonostante la condanna resa definitiva dalla Cassazione. Intanto però il dibattito politico si infiamma intorno alle parole del presidente della Giunta per le elezioni del Senato Dario Stefano, che ha sostenuto come il Cavaliere sarebbe ineleggibile, anche in caso di caduta a breve del governo. Berlusconi, secondo l'esponente di Sel, non potrebbe essere candidato in ogni caso, in base alle disposizioni della Legge Severino, ma il Pdl, per bocca di Francesco Nitto Palma, si spinge a ipotizzare un ricorso al Tar. Le bandiere di Forza Italia si preparano dunque a sventolare di nuovo, intorno al suo storico leader però restano molte incertezze.