Roma, (askanews) - Torino si prepara ad ospitare 3 milioni di pellegrini per l'Ostensione della Sindone in programma dal 19 aprile al 24 giugno. I lavori proseguono spediti; il cantiere è sorvegliato dalle forze dell'ordine. Queste le immagini del lenzuolo di lino conservato nel Duomo torinese, sul quale - secondo la tradizione cristiana - è visibile l'immagine di Gesù.Per l'evento sono attese centinaia di migliaia di fedeli, ma anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e Papa Francesco. Maurizio Baradello, direttore generale del Comitato Solenne Ostensione della Sindone 2015: "Nel 2010 i pellegrini sono stati 2 milioni e 100mila in 40 giorni. Questa volta ci aspettiamo una cifra superiori a quel dato. Ci aspettiamo intorno ai 3 milioni di persone". "E' oramai un mesetto che sono iniziati i lavori sia sulla parte interna del percorso in Duomo che nei giardini reali. I lavori procedono bene, siamo nei tempi. Ci sono parecchie tecnologie da piazzare, i lavori procedono nei tempi".La Sindone obiettivo sensibile ma no ad allarmismi. Come spiega monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, secondo cui non sarà necessario un eccesso di misure di sicurezza.