Roma (TMNews) - Il Senato ha fallito ma "grazie all'insistenza del Movimento 5 stelle la legge è ora incardinata anche alla camera". Lo ha detto Danilo Toninelli, vicepresidente della commissione Affari costituzionali e deputato M5S, in una intervista a Tmnews. Il movimento è pronto a incontrare il neosegretario del Pd Matteo Renzi per discutere della riforma, ma Toninelli esclude che sia possibile un accordo: "Renzi vuole modificare la forma di governo senza toccare la Costituzione, è impossibile un accordo sulla legge elettorale dei sindaci. Noi vogliamo più Parlamento e meno Governo".Al momento, comunque, la posizione del M5S è che dopo la bocciatura del Porcellum da parte della Corte costituzionale si deve tornare subito al voto con il Mattarellum, "l'ultima legge elettorale votata da un Parlamento legittimo". Sarà la prossima legislatura, ha spiegato Toninelli, ad esaminare anche la proposta di legge presentata dai gruppi stellati in Parlamento, che propone un mix fra il modello elettorale spagnolo (proporzionale ma con circoscrizioni piccole che riducono la frammentazione) e quello svizzero, che prevede l'indicazione di un voto di "cancellazione" di singoli candidati.