C'è anche un capolavoro visibile per la prima volta al mondo nella mostra su Caravaggio (e i caravaggeschi) aperta dal primo marzo al 12 giugno 2016 al Museo dell'arte occidentale di Tokyo. È la “Maddalena in estasi” scoperta appena due anni fa, che fa parte di una collezione privata olandese. Undici i capolavori del pittore lombardo, oltre a una quarantina di caravaggeschi, trasferiti in Giappone per un evento che rappresenta uno dei punti più alti delle celebrazioni per i 150 anni delle relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone. Il nuovo direttore della Pinacoteca di Brera, James Bradburne, si dice contento della trasferta della “Cena di Emmaus” per un progetto altamente qualificato come quello di Tokyo, ma conferma uno stop per almeno tre anni ai viaggi dei capolavori