Isola di Tanna, Arcipelago delle Vanuatu (askanews) - Le squadre di soccorso hanno raggiunto alcune delle isole dell'arcipelago delle Vanuatu, situato nel Pacifico meridionale a est dell Australia, che sono state più colpite dal tifone Pam ma altre continuano a rimanere senza aiuti mentre gli equipaggi degli aerei di ricognizione, sorvolando i villaggi distrutti, hanno segnalato gruppi di persone che chiedono disperatamente aiuto.L'invio dei soccors è ostacolato da complessi problemi logistici come l'assenza di piste di atterraggio o di porti in grado di ospitare i mezzi di aiuto. La struttura dell'arcipelago, estremamente frazionata sull'oceano, d'altra parte contribuisce a impedire una valutazione esatta della situazione dopo l'impatto provocato dal tifone. Secondo il premier delle Vanuatu Joe Natuman saranno necessarie almeno due settimane per una stima corretta del disastro.L'Onu ha rivisto il bilancio di 24 morti precedente, precisando che le vittime accertate al momento sono 11, oltre a decine di feriti. Ma il quadro potrebbe aggravarsi dato che la situazione in molte isole non è stata ancora verificata.La popolazione ha urgente bisogno di cibo e beni di prima necessità. Mentre Save the Children lancia l'allarme scuole. Il ciclone ha di fatto eliminato il sistema scolastico di Vanuatu, ha dichiarato un funzionario dell'organizzazione. Nell'arcipelago 45mila bambini non possono andare a scuola dato che la maggior parte degli istituti è stata totalmente distrutta o gravemente danneggiata mentre altri sono stati utilizzati come centri di accoglienza per gli sfollati.(Immagini Afp)