Manila (askanews) - Più di 2.000 persone sono fuggite dalle loro case, per evitare la furia del tifone Noul nelle Filippine settentrionali. Le autorità hanno messo in guardia contro i rischi di alluvioni, frane e onde giganti. Il tifone ha leggermente rallentato la sua corsa questa mattina ma si è rafforzato improvvisamente, con raffiche di vento fino a 220 chilometri orari, non appena si è avvicinato alla parte settentrionale dell'isola di Luzon. Il tifone dovrebbe colpire la terra nel tardo pomeriggio, in particolare la provincia settentrionale di Cagayan.(immagini Afp)