Roma, (TMNews) - Inglese, matematica, musica, thai: tutto davanti a un tablet. Benvenuti in una classe del XXI secolo della campagna thailandese. Il governo del Paese asiatico ha infatti intenzione di fornire tablet gratuiti a 13 milioni di studenti entro la fine del prossimo anno. E tra i primi bambini da assistere ci sono quelli delle famiglie povere."Non potrebbero comparsi un tablet da soli. Se il governo li aiuterà, i bambini più poveri della campagna avranno le stesse opportunità degli studenti della città", afferma questo preside.L'obiettivo del progetto scolastico che prevede una "tavoletta" per ogni scolaro è quello di ridurre il gap educativo tra le famiglie povere e ricche. Per gli esperti, infatti, senza un buon livello scolastico-educativo, sarà difficile combattere il livello di povertà del Paese."Con l'attuale sistema scolastico - afferma questo esperto - il metodo di apprendimento degli studenti è quello di memorizzare i concetti e poi sostenere una prova. Ma si tratta di un sistema sbagliato perchè si forma una standardizzazione del pensiero".Tuttavia, anche con i tablet i problemi non spariscono del tutto: in primo luogo quello legato alla ricarica. Non tutti, infatti, dispongono di corrente e a scuola le bollette dell'elettricità crescono a vista d'occhio. Ma il programma governativo resta comunque una speranza per la ridefinizione di un sistema scolastico che altrimenti rimarrà sempre insufficiente.Immagini: Afp