Bangkok (TMNews) - I militari golpisti consolidano il proprio potere in Thailandia, ricevendo il sostegno formale della monarchia, che nei giorni scorsi avevano assicurato non sarebbe stata toccata dal nuovo regime. In alta uniforme e con inquietanti guanti bianchi, il generale Chan-O-Cha, capo della giunta, ha mandato minacciosi messaggi alla popolazione, prendendo di mira il dissenso telematico."Se dei commenti su Facebook o su altri siti - ha detto il militare - creano conflitto o spingono le persone a ribellarsi, saranno considerate violazioni della pace e dell'ordine".Le parole sono quelle classiche delle dittature militari, e rivolgendosi direttamente ai manifestanti Chan-O-Che chiarisce il concetto in modo inequivocabile."Io devo usare la legge - ha aggiunto il generale ora primo ministro - E se non volete fermare le proteste dovete dire a tutti i vostri parenti da che parte state. Perché se non fermate le violenze questo danneggerà voi e i vostri familiari, perché così è la legge".