Catania (askanews) - Tetti scoperchiati, alberi abbattuti e barche affondate. Sono gli effetti del ciclone che ha lambito la costa orientale della Sicilia. Le zone più colpite sono state quelle del Siracusano e del Catanese. Ad Acitrezza il porto è stato quasi del tutto devastato con una decina di barche affondate e altre interamente distrutte dalla forza del mare che ha raggiunto i 50 nodi. Colpite anche la scogliera di Catania e alcune attività di Capo Mulini. Prima di sfiorare la costa jonica della Sicilia il ciclone aveva interessato le isole Pelagie, soprattuto Lampedusa dove diverse attività hanno subito ingenti danni.