A persone gia' a rischio, bastano elettroencefalogramma e prelievo