Milano (TMNews) - Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, ha sottolineato che le aggressioni di sabato scorso nel quartiere milanese di Niguarda, dove il ghanese Mada Kabobo ha colpito con un piccone cinque passanti uccidendone tre, sono "un fatto di gravità inaudita" che richiede maggiore presidio del territorio, magari ripristinando il sistema di pattuglie composte da militari e forze dell'ordine nei luoghi più a rischio. "Mi sono già attivato con il ministro dell'Interno e incontrerò il sindaco di Milano tra qualche giorno per definire gli interventi perché, pur non avendo la Regione competenza diretta sull'ordine pubblico, sono disposto a metterla in campo. Da ex ministro dell'Interno so quanto sia stato importante il sistema di sicurezza urbana che è stato poi un po' smantellato. Per questo incontrerò anche il ministro dell'Interno, il mio amico Angelino Alfano, per fare qualche considerazione sulla vicenda", ma sul ritorno dei militari in strada "non spetta a me" decidere.