Bruxelles (askanews) - Salah Abdeslam, il solo sopravvissuto tra i responsabili degli attentati terroristici di Parigi del 13 novembre dell'anno scorso e arrestato a Bruxelles il 18 marzo, ha ribadito la sua volontà di collaborare con le autorità di Parigi e per questo chiede di essere estradato in Francia. La conferma della marcia indietro rispetto alle dichiarazioni fatte al momento della cattura giunge dal suo legale belga."Confermo che Salah Abdeslam desidera essere consegnato alle autorità francesi e che acconsente all'esecuzione del suo mandato d'arresto europeo. Posso confermare anche che intende collaborare con le autorità francesi", ha reso noto l'avvocato Cédric Moisse, avvocato del collegio di difesa di Salah."L'estradizione può essere organizzata molto presto. Ma adesso non dipende più da noi, la decisione è nelle mani delle autorità belghe. Ormai non dipende più da noi" ha dichiarato ai giornalisti l'avvocato Moisse.La Procura belga non sembra intenzionata a opporsi alla consegna di Abdeslam alla Francia. La decisione della Camera di consiglio dovrebbe arrivare al più tardi domani.(Immagini Afp)