Palermo (askanews) - Le minacce del'Isis "sono molto gravi, allarmanti e pericolose e riguardano soprattutto il sud del Paese. Perché questi terroristi cominciano ad avere armi potentissime. Missili terra-terra, terra-aria, che possono arrivare anche ad obiettivi del Meridione". A lanciare l'allarme è stato il giudice Ferdinando Imposimato, che stamani a Palermo, nella sede dell'Assemblea Regionale Siciliana ha partecipato a un incontro promosso dai deputati del Movimento 5 Stelle."Questa storia del terrorismo ci deve preoccupare - ha proseguito -, ma le reazioni non possono essere propagandistiche, tipo "andiamo a fare la guerra in Libia". Perché sarebbe una pagliacciata che può crearci ulteriori inimicizie e rappresaglie nei Paesi del Sud. Il terrorismo quindi va combattuto con intelligenza, con forza, ma cercando di capire chi sta dietro l'Isis, e non alimentare quello scontro di civiltà e religione che porta alla fine della democrazia mondiale".