Venezia (askanews) - I carabinieri del Ros di Venezia hanno fermato un immigrato macedone accusato di arruolamento con finalità di terrorismo anche internazionale. Per gli inquirenti, l'indagato selezionava in Italia aspiranti mujaheddin da sottoporre a un imam bosniaco per le successive attività di radicalizzazione, arruolamento nell'organizzazione terroristica e instradamento verso i teatri di guerra mediorientali.Gli investigatori hanno documentato anche la partenza dall'Italia, verso la Siria, di tre cittadini macedoni e bosniaci, due deceduti combattendo per l'Isis il terzo tuttora operativo.Emessi procedimenti di espulsione, per motivi di prevenzione del terrorismo, per 2 cittadini macedoni e un marocchino, quest'ultimo già rientrato in Marocco.