Caserta (askanews) - Una giornata di ordinaria follia a Bellona, nel casertano. Un uomo si è tolto la vita, dopo aver ucciso la moglie mentre la figlia 14 enne è riuscita a scappare. È finita così la storia di violenza iniziata nel pomeriggio del 22 gennaio a Bellona, nel Casertano, dove Davide Mango, ex guardia giurata, 48 anni, ha ucciso la moglie e poi ha cominciato a sparare all'impazzata dal balcone, gettando il panico tra i passanti e ferendone alcuni.

Inutili i tentativi di mediazione dei carabinieri e dei criminologi impegnati per evitare altre violenze. Le forze dell'ordine hanno cercato di convincere l'uomo alla resa, anche chiamandolo al telefono. Il padre, accorso sul posto, ha invano gridato al figlio di arrendersi. Alla fine l uomo si è sparato un colpo al capo ed è morto. Nel frattempo i vigili hanno recuperato gli oggetti, tra cui anche una bombola di gpl, che Davide Mango ha lanciato dal balcone.

La vittima è Anna Carusone, 45 anni. Almeno cinque le persone ferite, nessuna in pericolo di vita, tra cui il comandante dei carabinieri.