Roma, (askanews) - Terremoto in Vaticano. Dopo il caso della lettera "tagliata" di Benedetto XVI, si è dimesso il prefetto della Segreteria vaticana per la comunicazione, monsignor Dario Viganò. La notizia è stata comunicata ufficialmente dal portavoce Greg Burke. L'incarico sarà ora ricoperto da monsignor Lucio Ruiz, fino alla nomina del nuovo Prefetto.

Le dimissioni arrivano in seguito alla diffusione della lettera di Ratzinger in occasione della presentazione della collana "La teologia di Papa Francesco", il 12 marzo, quando mons. Viganò aveva letto la missiva in cui veniva contestato lo "stolto pregiudizio" sulla formazione teologica di Francesco e veniva sottolineata la "continuità interiore" tra i due pontificati. Fin qui tutto chiaro.

Alcuni giorni dopo, tuttavia, era emerso uno stralcio della lettera mai letto e mai diffuso in cui Ratzinger aveva criticato duramente la scelta di far scrivere al professor Hunermann uno degli undici volumi della collana. Professore, scriveva Benedetto XVI, "che durante il mio pontificato si era messo in luce per aver capeggiato iniziative anti-papali". Da qui le dimissioni di mons. Viganò.