Roma, (askanews) - Terremoto in Campidoglio per le dimissioni dell'assessore al Bilancio e alle Partecipate Marcello Minenna e della capo di Gabinetto, Carla Raineri. A Palazzo Senatorio è stata convocata una assemblea, e la sindaca Virginia Raggi ha partecipato a una riunione di maggioranza con alcuni consigliere e assessori per gestire la situazione di impasse in giunta.

"Stiamo lavorando per individuare delle personalità di rilievo che possono contribuire al rilancio della città. Non ci fermiamo", ha sottolineato la prima cittadina.

Il Pd da parte sua abbandonato la seduta dell'Assemblea Capitolina, dopo aver incassato un voto contrario alla richiesta di modifica dell'ordine del giorno con la quale chiedeva l'audizione della sindaca sulle dimissioni. La capogruppo del Pd, Michela Di Biase: "Noi andiamo via perchè se non viene rispettato quello che è il quorum dei consiglieri comunali, non stiamo di certo qui a scaldare la sedia per votare due mozioni. Non eravamo d'accordo con questa convocazione, fatta così suona come uno schiaffo alla trasparenza e alla chiarezza".

Tra diversi assessori e il titolare del Bilancio c'erano state tensioni già a luglio, nel corso della redazione dell'assestamento di Bilancio, per le proposte di tagli a voci giudicate da Minenna "non determinanti" soprattutto in ambito sociale, culturale e di comunicazione. La mediazione individuata era stata co-delegare Minenna e l'assessore alle politiche sociali Laura Baldassarre alla gestione del patrimonio. Ora sono arrivate la rottura e le dimissioni.