Amatrice (askanews) - Un angolo di pace per provare a tornare bambini e a giocare serenamente. A pochi giorni di distanza dal violento terremoto che ha colpito il Centro Italia, hanno preso avvio le attività di supporto socio-educativo rivolte ai bambini vittime del sisma. Save the Children e Telefono azzurro hanno allestito spazi a misura di bambino nella tendopoli di Amatrice come spiega Danilo Giannese, portavoce della Save the Children.

"Sono bambini che hanno subito uno shock, che hanno dovuto abbandonare la propri abitazione, e che continuano a vedere distruzione davanti ai loro occhi".

L'obiettivo di questa oasi di tranquillità è far ritrovare ai più piccoli le loro certezze quotidiane spazzate via dal sisma attraverso il gioco e il disegno.

"C'è un disegno in particolare che ci ha colpito. Una bimba ha disegnato le montagne di Amatrice, le più belle del mondo. Lei ha detto tutto è crollato attorno ad Amatrice, tranne le montagne".

Allo stesso tempo, questo Spazio garantisce ai genitori la possibilità di avere del tempo per elaborare i propri lutti, affrontare i problemi dell'immediato e cominciare a pensare al futuro, sapendo che i propri piccoli stanno ritrovando un po' di serenità e di spensieratezza in un luogo sicuro e protetto.

(immagini AFP)