Roma, (TMNews) - Maxi sequestro di beni per oltre un milione di euro ad un usuraio di Terni. Tra le vittime dello strozzino, un 65enne ternano, alcuni imprenditori e liberi professionisti in difficoltà economiche. A sgominare il giro d'affari sono stati gli uomini delle Fiamme Gialle umbre che hanno provveduto a sequestrare 720mila euro tra conti correnti, depositi postali e investimenti finanziari, oltre a 230mila euro in contanti ritrovati all'interno delle cassette di sicurezza per una somma pari a complessivi 950mila euro circa.A cadere nel giro dell'usura, tra gli altri, un imprenditore che produceva videogiochi che a fronte di un prestito di 180mila euro, ha dovuto restituirne 270mila, oltre a decine di orologi di marca.Ha dovuto invece cedere 2 automobili nuove di zecca il medico 67enne che si era fatto prestare 10mila euro. Quando i finanzieri hanno avviato le indagini nei confronti dell'usuraio, il professionista stava ancora pagando le rate al concessionario.