Pechino (askanews) - Alta tensione nel Mar cinese meridionale tra gli Stati uniti e la Cina. Washington ha inviato una nave da guerra della propria marina a meno di 12 miglia nautiche dalle isole artificiali che Pechino sta costruendo nell'area, provocando una reazione cinese che ha denunciato una "minaccia per la sovranità".La USS Lassen, un cacciatorpedieniere della Marina statunitense, ha navigato tra le isole Spratly, che sono rivendicate da diversi paesi."Stiamo conducendo operazioni di routine nel Mar cinese meridionale in accordo alla legge internazionale", riferiscono fonti militari americane escludendo che le operazioni abbiano a che fare con "la questione della sovranità su queste isole".Le isole Spratly sono contese da Brunei, Malaysia, Filippine, Vietnam, Taiwan e, ovviamente Cina. Pechino ha affermato che la nave militare americana "è entrata illegalmente" nelle acque contese e le sue manovre "hanno minacciato la sovranità della Cina e i suoi interessi di sicurezza".(immagini Afp)