Strasburgo, (askanews) - "Il Parlamento ha sempre aperto a capi di Stato, ai leader spirituali come il Dalai Lama, io che non credo in Dio trovo normale che il Parlamento possa invitare persone influenti come il Papa. Posso condividere alcune cose che ha detto, altre un po' meno, ma mi sembra comunque un leader piuttosto progressista". Così l'eurodeputato belga del Gruppo dell'Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici Marc Tarabella, ha commentato ad askanews la storica visita di Papa Bergoglio al Parlamento Europeo di Strasburgo.Per Tarabella, i riferimenti del Pontefice "ai poveri, al necessario cambiamento di alcune politiche europee riguardo al Mediterraneo che non deve diventare un cimitero, sono parole molto forti. E' molto importante sentire parole come queste in questo momento".Quindi l'esponente del Ps, rispondendo su ciò che la Chiesa potrebbe fare per evolvere, ha detto: "Sulla parità di genere, la Chiesa può essere un esempio di cambiamento. La donna è uguale all'uomo in una società democratica e moderna. Nella Chiesa invece non è così. Ci vorrebbe un ruolo più determinante per le donne nella chiesa. Tutti dobbiamo fare sforzi, tanto in Europa quanto nella Chiesa".