Venezia (TMNews) - Tangenti per realizzare grandi opere. Il nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Venezia ha arrestato Piergiorgio Baita, ad della società Mantovani, impresa di costruzioni tra le più importanti del nordest. Sono complessivamente 5 le persone arrestate dal nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Venezia. Per tutti l'accusa è di associazione per delinquere finalizzata all'evasione delle imposte mediante emissione e utilizzo di fatture false per un importo complessivo di 10 milioni di euro nei lavori del 'Mose', il sistema di sicurezza contro l'alta marea gestito dal Consorzio Venezia Nuova, ed in altri interventi pubblici realizzati con il sistema del project financing in Veneto. Eseguite decine di perquisizioni nei confronti di società del gruppo e di altri indagati, nonché il sequestro preventivo di conti correnti, immobili e imbarcazioni per quasi 8 milioni di euro.