Roma, (askanews) - Il pallone ufficiale dei Mondiali di Volley Italia 2014 e due magliette: una con la scritta Matteo e il numero 1, del ruolo di libero, e una per la moglie Agnese.Una delegazione dell'Italvolley femminile è stata ricevuta a Palazzo Chigi dal presidente Matteo Renzi dopo l'esperienza del Campionato del Mondo che, per la prima volta, si è giocato in Italia. Niente medaglia al collo per le azzurre, ma una medaglia al cuore.Come ha detto il premier Renzi. A guidare la delegazione il capitano Francesca Piccinini, che ha scherzato con Renzi sull'età. E poi Valentina Diouf - tra le più giovani di tutto il mondiale - che ricorda così l'esperienza:"Tante emozioni molto positive, la consapevolezza che siamo riuscite a coinvolgere tantissima gente.Tra le azzurre anche Cristina Chirichella:"Una grande emozione e una grande grinta nello sviluppare il movimento della pallavolo, uno degli elementi più importanti di questo mondiale."Il coach Marco Bonitta guarda ORA avanti: "Quest'anno l'obiettivo principale è l'Europeo ma a partire da gennaio avremo le qualificazioni olimpiche e poi ad agosto le grandi Olimpiadi a Rio de Janeiro".