Palermo (askanews) - Un lavoro per i ragazzi più svantaggiati lontano da logiche assistenziali. Lo prevede il progetto "Symposium": un corso di formazione mirato alla creazione di un'impresa cooperativa specializzata nel catering e formata da giovani dei quartieri a rischio di Palermo. Si tratta per il 30% di ragazzi che hanno una disabilità psichica lieve o moderata. Il progetto, ideato dall'associazione palermitana "Volta La carta" in partenariato con La Linea della Palma e Kairos è finanziato dal dipartimento della gioventù e del servizio civile che fa capo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.L'avviso è rivolto a giovani tra i 18 e i 28 anni, disoccupati/inoccupati o in stato di abbandono scolastico.Tra i requisiti c'è anche il possesso di esperienze nel settore. Il 50% dei posti è riservato a donne, con particolare riguardo a quelle in disagio sociale e il 30% a giovani con disabilità psichiche. Lia di Mariano dell'associazione "Volta la carta": "Nel progetto è previsto l'inserimento di ragazzi come utenti finali del progetto, ma anche come operatori. Due tutor hanno un disagio psichico, ma seguiranno come operatori i loro compagni di viaggio".Un modo di sperimentare percorsi di autonomia dal nucleo familiare mettendosi in gioco come operatori.