Ginevra, (askanews) - Immigrazione, riserve auree e forfait fiscali. Sono i tre temi su cui gli svizzeri sono chiamati a votare domenica in un referendum che potrebbe portare cambiamenti nell'economia del Paese. Uno dei quesiti riguarda le tasse a forfait per i ricchi contribuenti stranieri che la sinistra vorrebbe veder abolite, instaurando invece un sistema fiscale basato sui redditi; i conservatori temono invece gli svantaggi per la Svizzera e la fuga degli investitori stranieri."Bisogna ricordarsi che le persone a forfait pagano forse meno d'imposte, rispetto alle aliquote applicate a tutti, ma evidentemente pagano molto di più che la media della popolazione", dice Christian Luescher, parlamentare dei Liberali. I contrari al forfait, invece, parlano di ingiustizia."A mio avviso il forfait fiscale è moralmente indifendibile - dice Roger Gulka, studente - dal punto di vista degli altri paesi e dei cittadini svizzeri".Gli altri due quesiti riguardano le limitazioni all'immigrazione per contenere la crescita demografica e il divieto di vendere l'oro della banca nazionale.