Lille (askanews) - Dominique Strauss-Kahn è stato prosciolto dall'accusa di sfruttamento aggravato della prostituzione. La sentenza del tribunale di Lille ha messo la parola fine allo scandalo che ha interrotto la carriera dell'ex capo del Fondo Monetario internazionale, candidato favorito per le presidenziali francesi nel 2012.Dopo la scabrosa vicenda dell'accusa di violenza verso una cameriera di un hotel di New York, finita con un accordo extra giudiziario, questo processo francese riguardava alcuni festini nell'Hotel Carlton di Lille, a Parigi e a Washington. Strauss Kahn non ha mai negato di avere partecipato ma ha sempre sostenuto di non sapere che le donne presenti fossero prostitute. Il giudice ha stabilito che in ogni caso il suo ruolo è stato quello del semplice cliente, non punibile dalla legge, e non dell'organizzatore dei festini. Un reato per cui invece Strauss-Khan avrebbe rischiato fino a 10 anni di prigione e 1,5 milioni di euro di multa."Ci sono delle questioni da porsi, e tutto il mondo ne guadagnerà in termini di fede nella giustizia, credito nei media e rispetto dello stato di diritto - ha commentato Richard Malka, uno degli avvocati di Strauss-Kahn - Non si condanna prima di giudicare.(Immagini Afp)