Beirut (askanews) - La Francia ha iniziato a lanciare i suoi primi raid di bombardamento contro obbiettivi dell'Isis in Siria dalla portaerei Charles de Gaulle, dispiegata nel Mediterraneo orientale.Alle missioni in partenza dalla Giordania che hanno visto l'impiego di due Mirage 2000 si sono aggiunte in simultanea le sortite che sono state lanciate dalla portaerei de Gaulle che hanno visto in operazione quattro Rafale Marine con l'obbiettivo di colpire Raqqa, la capitale virtuale dello Stato islamico in Siria, come riferito dal ministero della Difesa di Parigi."Adesso siamo pienamente operativi", ha dichiarato Pierre de Villiers, capo di stato maggiore della Difesa francese. La missione durerà tutto il tempo necessario a bombardare le posizioni dell'Isis ovunque si trovino. Il nostro obiettivo è limitare la capacità operativa dell'Isis in attesa di distruggerlo definitivamente e per indebolire un nemico è necessario colpirne i centri di comando, le basi logistiche, i depositi e i campi di addestramento per cambiare l'inerzia sul campo. Dobbiamo riprendere l'iniziativa tattica", ha concluso de Villiers.(Immagini Afp)