Firenze, (TMNews) - La manutenzione della rete ferroviaria italiana è "carente" e "va migliorata", ma dopo la tragedia di Viareggio sono state prese misure che hanno reso più sicuro il trasporto di merci pericolose sui binari italiani. E' quanto emerge dal rapporto dell'Agenzia Nazionale Sicurezza ferroviaria sul 2012, presentato a Firenze. Il direttore, Alberto Chiovelli. "A livello europeo sono state fatte molte cose che probabilmentenon sarebbero state nemmeno messe all'ordine del giorno se non ci fosse stato questo incidente. Sono stati anche raggiunti dei risultati positivi, per esempio sulla tracciabilità delle operazioni di manutenzione. Ma serve una maggiore armonizzazionedelle norme europee".L'esperienza di Viareggio ha portato all'aumento dei controlli nella catena del trasporto: nel 2009 si erano verificati oltre 50 casi di perdita di merci pericolose, e l'agenzia si è attivata con il ministero dei trasporti."Queste misure - prosegue Chiovelli - hanno portato tra il 2009 e il 2012 ad un abbattimento del 77% di questa tipologia di incidenti".La manutenzione, spiega l'Agenzia, "è la causa o concausa del 39% degli incidenti gravi tipicamente legati agli aspetti tecnologici del trasporto ferroviario come i deragliamenti".