Lucca, 11 mar. (askanews) - Luca Cordero di Montezemolo e Diego Della Valle arrivano a Lucca per il processo per la strage di Viareggio del 29 giugno 2009, quando 32 persone morirono per il deragliamento di un treno che portava Gpl. Sono stati chiamati dalla Procura di Lucca, come fondatori di Ntv, compagnia con la quale è nata la concorrenza a Ferrovie dello Stato, per mettere a fuoco le eventuali responsabilità dell'ex ad Mauro Moretti nella gestione della sicurezza della rete ferroviaria. "La verità, mi raccomando la verità", dice Patrizia Rombi, che perse la figlia nella strage a Montezemolo. Lui risponde: "Quello è poco ma sicuro". Della Valle si è lungamente soffermato ad osservare lo striscione, esposto all'esterno del polo fieristico di Lucca dove si svolge il processo, con le foto delle vittime.