Milano (askanews) - "Va respinta con chiarezza ogni forma di discredito" nei confronti dei magistrati. Sergio Mattarella nel giorno della strage del Tribunale di Milano è intervenuto alla riunione d'urgenza del Consiglio superiore della Magistratura, di cui è presidente e ha ricordato le tre vittime. "La società democratica, aperta e accogliente, è per sua natura vulnerabile - ha aggiunto - alle insidie criminali lo Stato italiano risponde con fermezza, sempre nel pieno rispetto delle garanzie costituzionali e dei diritti dell"uomo".