Tunisi (askanews) - L'attacco terroristico al museo Bardo a Tunisi che ha fatto strage di turisti, compresi alcuni italiani, potrebbe essere stato compiuto da un commando formato da 4 o 5 persone. Due dei terroristi sono stai uccisi durante l'assalto della polizia, ma il premier tunisino Habib Essid, ha spiegato che potrebbero esserci altri complici riusciti a scappare nella concitazione di quei momenti drammatici. "C'è la possibilità, ma non la certezza, che due assalitori possano essere stati aiutati - ha detto - in questo momento stiamo conducendo un'estesa operazione per identificare due o tre terroristi che potrebbero aver partecipato all'operazione".Il premier poi, insieme al ministro della Salute Said Aidi, è andato al Charles Nicole hospital, dove sono stati ricoverati i feriti, fra cui oltre agli italiani, ci sono francesi, sudafricani, polacchi e giapponesi. "È la guerra contro il terrorismo - ha detto il ministro - ha toccato Parigi, come la Tunisia, come la Libia con degli atti barbari. Io penso che oggi il mondo intero è in guerra contro il terrorismo".(Immagini Afp)