Losanna (askanews) - Un accordo storico che renderà il mondo migliore. L'intesa sul nucleare raggiunta a Losanna dopo 18 mesi di negoziati è stata salutata dalle potenze occidentali come una svolta senza precedenti. Ad annunciarla l'Alto rappresentante della politica estera Federica Mogherini, che ha coordinato i lavori, affiancata dal ministro degli Esteri di Teheran, Mohamed Jawad Zarif."Oggi abbiamo compiuto un passo decisivo. Abbiamo raggiunto un accordo sui parametri fondamentali di un piano d'azione congiunto" ha spiegato Mogherini. Si tratta dunque per ora di un'intesa generale sull'obiettivo di arrivare a un accordodefinitivo entro il 30 giugno. Ci sarà ancora molto da discutere, ma il punto di partenza fondamentale è che l'Iran si impegnerà a ridurre le sue capacità di arricchimento dell'uranio in cambio di una progressiva diminuzione delle sanzioni."Se l'Iran imbroglia, il mondo lo saprà - ha commentato il presidente degli Stati Uniti Barack Obama - Se l'accordo dovesse fallire imporremo le sanzioni più forti della storia".Parole che vogliono anche rassicurare Israele, il grande deluso dall'intesa, che secondo il premier israeliano Benjamin Netanyahu "mina la sopravvivenza di Israele".(Immagini Afp)