Bogotà (askanews) - Le Farc, le forze armate rivoluzionarie colombiane, contribuiranno al risarcimento delle vittime del conflitto fra i guerriglieri e il governo, che in 50 anni ha provocato la morte di 220mila persone, sei milioni di sfollati e migliaia discomparsi nel nulla."E' una cosa molto importante - ha dichiarato il presidente colombiano Juan Manuel Santos, molto soddisfatto dall'accordo - le Farc per la prima volta nella loro storia si sono impegnate a contribuire al risarcimento materiale delle vittime".La svolta storica è arrivata dopo oltre un anno di dure negoziazioni e prevede anche anche sia fatta giustizia per le vittime: un tribunale speciale si occuperà di condannare i membri delle Farc accusati dei crimini più atroci. Chi confesserà avrà pene più lievi, ci sarà un'amnistia per chi ha commesso reati non gravi ma non per tutti che quelli che hanno stuprato, rapito e partecipato alle esecuzioni sommarie.