Roma, (askanews) -L'Europa non si spacchi sulla crisi dei migranti: lo ha chiesto il capo della diplomazia tedesca Frank Walter Steinmeier, parlando con i giornalisti a margine del meeting informale dei ministri degli Esteri dell'Ue in Lussemburgo."L'Europa non deve farsi dividere di fronte a questa sfida", ha detto Steinmeier, riferendosi all'enorme afflusso di migranti e alla più grande crisi di profughi che si sia vista in Europa dalla Seconda guerra mondiale."Le recriminazioni - ha aggiunto - non ci aiuteranno a gestire il problema".Raggiunto il difficile accordo sul debito greco, l'Ue si trova di fronte a un'altra grande sfida che mina le sue fondamenta."La sfida che l'Unione europea si trova ora di fronte è molto più grande e riguarda l'immigrazione con un numero sempre maggiore di profughi che arrivano ogni giorno. Ciò significa ancora diversi mesi di decisioni difficili e di discussioni che terremo qui oggi con grande serietà", ha concluso il ministro invitando il blocco dei 28 a un altro metodo di collaborazione.(immagini Afp)