Parigi (TMNews) - Gli Stati Uniti e la Russia non hanno trovato un'intesa sulla crisi in Ucraina, ma i colloqui tra le due potenze proseguono. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri di Mosca, Sergei Lavrov, al termine degli incontri diplomatici a Parigi."Abbiamo espresso punti di vista diversi sulle cause della crisi - ha spiegato Lavrov alla stampa - ma in ogni caso ci siamo trovati d'accordo sulla necessità di trovare dei punti comuni per arrivare a una soluzione diplomatica, nell'interesse del popolo ucraino".Su questi punti fondamentali ha concordato anche il segretario di Stato americano John Kerry, che non ha però rinunciato a criticare Mosca."In un dialogo franco con il ministro Lavrov - ha detto Kerry - ho ricordato che comunque consideriamo illegali e illeggittime le azioni russe, che hanno violato le leggi internazionali. E ogni passo avanti in Ucraina parte necessariamente dal ritiro delle forze russe dal confine, cosa che ci preoccupa molto e crea un clima di paura e intimidazione".Le distanze dunque restano considerevoli, ma le trattative diplomatiche, almeno per ora, non si fermano.