Parigi (askanews) - Stampa francese in lutto ma determinata a difendere la libertà di espressione il giorno dopo l'assalto contro il settimanale satirico Charlie Hebdo, che ha provocato la morte di 12 persone.Prima pagina tutta nera per "Liberation", su cui campeggia il titolo: "Siamo tutti Charlie". Testata a lutto anche per "Le Figaro" che titola: "Libertà assassinata". Stesso titolo per "L'Humanitè" che ha pubblicato una vignetta di "Charlie" su una prima pagina nera. La parola libertà torna anche su "La Croix" e "Le Parisien". Quest'ultimo pubblica in prima pagina gli uomini e le donne scese in piazza che hanno esposto il cartello "Je suis Charlie" sotto il titolo "Non uccideranno la libertà".All'estero grande impressione soprattutto sui giornali danesi, dopo che nel 2005 fu il "Jyllands Posten" a pubblicare le 12 caricature del Profeta Muhammad poi rilanciate da "Charlie Hebdo". Prima pagina nera per "Jyllands Posten", più volte nel mirino di minacce e attacchi, ma anche per "Information" mentre "Politiken" ha preferito lasciare la prima pagina in bianco, con solo il disegno di una matita spezzata.(Immagini Afp)